Stella Marina a “Eccellenze artigianali in Oromare”

//Stella Marina a “Eccellenze artigianali in Oromare”

Stella Marina a “Eccellenze artigianali in Oromare”

Mercoledì 19 aprile Stella Marina ha partecipato alla conferenza “Eccellenze artigianali in Oromare” organizzata in partnership tra la Oromare Promogest, la società che si occupa della gestione del Centro Orafo Oromare, e la CNA, la Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media impresa, che oggi ha una propria sede operativa presso il Centro.

Alla presenza della stampa internazionale il Centro Orafo ha sottoscritto un protocollo d’intesa per il rilancio del polo orafo di Marcianise, dove nel 1998 un nucleo di produttori operativi nei settori della gioielleria, oreficeria, cammei e coralli decise di dar vita al Centro, agorà a cielo aperto dove fondere in sinergia le capacità artigianali e riprodurre la filiera produttiva del comparto orafo. Un modello che oggi, per essere rilanciato, ha bisogno di una sempre più efficiente rete di networking artigianale, unica possibile arma vincente nelle sfide del mercato globale.

Marina Martinelli, manager di Stella Marina, ha portato la testimonianza di una realtà la cui mission si sposa perfettamente con quella di Oromare: valorizzare e far conoscere i prodotti artigianali del made in Italy sui mercati internazionali per rilanciare l’artigianato locale. Tra gli altri interventi, quello di Andrea Santolini, presidente nazionale CNA Artistico e Tradizionale, che ha dichiarato: “La presenza di giornalisti provenienti da diversi Paesi è un importante inizio affinché le eccellenze artigianali del territorio vengano conosciute e si crei quel volano che la sinergia tra turismo, artigianato e territorio può dare all’economia”.

La conferenza si è conclusa con la visita di alcuni laboratori artigianali, dove la delegazione giornalistica ha potuto assistere alla lavorazione di varie tecniche dell’artigianato orafo, dal taglio dei coralli, all’incisione su cammeo fino alla incastonatura delle pietre preziose, e quindi toccare con mano il ricco patrimonio di tradizioni artigianali che custodisce il territorio casertano.

2018-04-20T10:29:01+01:00 Aprile 20th, 2018|Latest News|